Cremona Mondomusica 2013

Mondomusica e Cremona Pianoforte ripartono dagli Stati Generali della Musica

Mondomusica e Cremona Pianoforte (in programma dal 27 al 29 settembre 2013) confermano Cremona come una delle più importanti capitali della musica a livello mondiale e lanciano quest’anno una nuova iniziativa per riunire tutte le realtà del settore.

Cremona, 23 maggio 2013 – Con 272 espositori da tutto il mondo (233 per Mondomusica e 39 per  Cremona Pianoforte) e oltre 14.000 visitatori, l’ultima edizione delle due manifestazioni ha sottolineato non solo il loro successo commerciale, ma ha anche confermato l’importante ruolo che giocano come volano artistico e culturale per tutto il settore della musica.

In particolare il programma delle due manifestazioni è sempre ricco di spunti interessanti, e anche per il 2013 si prospettano appuntamenti di grande qualità, tra cui la novità più evidente è rappresentata dai Primi Stati Generali della Musica.

Una iniziativa che, soprattutto in questo momento critico per il settore artistico e culturale italiano, si propone di riunire tutte le anime del mondo musicale (scuole, Conservatori, Ministeri, musicisti, studenti, teatri e orchestre) per discutere dei temi più pressanti del settore e soprattutto tracciare linee guida che consentano di valorizzare il ruolo della musica e della cultura nel nostro Paese.

Per questa prima edizione, gli Stati Generali della Musica saranno focalizzati sul tema della formazione, e saranno suddivisi in diversi seminari e tavoli di lavoro. Tra i temi principali che verranno affrontati durante i tre giorni di Mondomusica e Cremona Pianoforte un ruolo di primo piano sarà giocato dalla ricerca musicale, dalla formazione legata alle diverse professioni nel settore, dall’analisi e presentazione delle più importanti scuole europee di piano e archi, e molti altri temi che proprio in questi giorni si stanno definendo.

Un compito non certo semplice, quello che si propongono gli Stati Generali della Musica, ma CremonaFiere sta affrontando questa nuova sfida coinvolgendo realtà di primo piano che certamente porteranno un contributo culturale di alto livello. Tra le collaborazioni, si rinnova quella con il Ministero dell’Istruzione, che riconosce le due Manifestazioni come un importante strumento di promozione della cultura musicale.

In attesa di conoscere nel dettaglio anche gli eventi proposti dagli espositori, sempre di ottima qualità, anticipiamo che si terrà la Conferenza dei Direttori dei Conservatori e degli Istituti Superiori di Studi Musicali, la riunione della Conferenza Nazionale degli Studenti degli ISSM, il concerto dei vincitori del Premio Nazionale delle Arti, e un affascinante evento sui rulli sonori per autopiano realizzato in collaborazione con l’Università di Pavia.

 

 

Leave a reply