Le anticipazioni della seconda giornata di Mondomusica New York

Nella seconda giornata di Mondomusica New York prosegue l’intenso programma degli eventi: il primo appuntamento è con la lecture di Andrew Dipper dal titolo “La vita e il tempo di Antonio Stradivari”.
Dipper è conosciuto come la figura di riferimento per gli strumenti ad arco barocchi, ha studiato liuteria a Cremona e nel 1975 ha fondato a Londra la Andrew Dipper Restoration, nel 1990 si è trasferito a Minneapolis dove è Vice Presidente della Claire Givens Violins. Alcuni degli strumenti che ha restaurato sono conservati presso le più famose collezioni d’archi private e pubbliche del mondo quali ad esempio il Metropolitan Museum di New York, il Federal Musical Instrument – Museo di Berlino -, il National Music Museum, a Vermillion in South Dakota, e al Boston Museum of Fine Arts.

Una panoramica sulla storia e lo stato dell’arte del design negli strumenti ad arco è l’argomento che tratteranno Thomas Zwieg e Laurits Th Larsen – rispettivamente, vice Presidente e presidente di Larsen Strings.

Di grande interesse l’evento del pomeriggio organizzato dal liutaio Collin Gallahue e dall’archettaio Yung Ching “Come affrontare le problematiche del trasporto del materiale e degli strumenti musicali” anche alla luce dei recenti cambiamenti della normativa.
Molti musicisti e liutai conoscono poco le normative e i requisiti richiesti per il trasporto che sono applicate oggi; questo seminario, che si avvale di un panel straordinario composto dai migliori esperti a livello internazionale, tra cui cinque rappresentanti del Governo Federale degli Stati Uniti esperti nel settore dei controlli doganali, ha l’obiettivo di fare luce sulla giungla di normative in continuo cambiamento.

L’evento clou della seconda giornata è il concerto del violinista Pavel Berman e del pianista Alexander Romanovsky che si esibiscono alla Carnegie Hall, uno dei templi americani della musica.
Il concerto è organizzato da CremonaFiere e Fondazione Pro Canale che gestisce e conserva una delle più importanti collezioni di strumenti ad arco tra cui Amati, Guarneri, Guadagnini, Stradivari, Maggini.
Durante il concerto Berman utilizzerà due capolavori appartenenti alla Fondazione, lo Stradivari Marechal Berthier ex Napoleon e il Conte De Fontanaex Oistrach.

“La Fondazione Pro Canale ha collaborato con Mondomusica New York già dalla prima edizione partecipando con l’esibizione di un importante strumento nella sezione dedicata alla mostra dei capolavori; quest’anno – spiega Francesca Peterlongo della Fondazione Pro Canale – la collaborazione con CremonaFiere si è ulteriormente approfondita, abbiamo organizzato il concerto alla Carnegie Hall per offrire al pubblico uno spettacolo di grande valore artistico e culturale al quale sono intervenuti anche una nutrita rappresentanza di collezionisti e investitori, oltre che gli espositori della Manifestazione. Sono convinta che gli strumenti, soprattutto i più prestigiosi non possano rimanere chiusi in un museo, ma debbano essere utilizzati il più possibile perchè solo così rimangono vitali ed il loro suono deve risuonare nelle sale di concerto così che lo possano apprezzare più persone possibili”.

pic7 pic8
pic10 pic9
pic12 pic11
pic14 pic13
pic15 pic16

Leave a reply