A tutta birra…da informatico a mastro birraio . La passione si trasforma in lavoro. Così Mauro Toson apre insieme al socio Fulvio il primo birrificio artigianale in Val D'Aosta.

Da informatico a mastro birraio in pochi mesi. Mauro Toson, veneto di origine, trapiantato a Torino, con attività lavorativa in Val D’Aosta, ha lavorato per anni come dirigente in una ditta informatica, poi ha deciso di cambiar vita e con il suo socio, Fulvio Beata, dopo aver dato le dimissioni nel 2009, ha aperto il primo micro birrificio in Val D’Aosta a Saint Christophe. “Sono un ex informatico – spiega – ero dirigente, ma poi ho dato le dimissioni e insieme a Fulvio, abbiamo deciso di dedicarci alla nostra passione: la birra.Il nostro è un brewery pub, la birra prodotta viene servita al pubblico in un locale attiguo a quello dove ci sono le attrezzature, e così si possono apprezzare al meglio le birre che produciamo”.

 Sono partiti con tre birre, ora ne producono 7, in più ci sono le stagionali e le celebrative. Ad oggi sono in grado di produrre circa 50mila litri di birra all’anno. Da una passione, Mauro e Fulvio hanno ricavato un lavoro, una lunga fase di documentazione, libri sulla produzione della birra, corsi. E l’idea di trasformare una passione in un progetto d’impresa ha dato e continua a dare i suoi frutti. Tanto che spiega Mauro “Il nostro birrificio è stato premiato da Slow Food insieme a soli altri 18 birrifici in tutta Italia, con il simbolo “La Bottiglia”.La bottiglia è il simbolo assegnato ai birrifici che esprimono ottima qualità media in tutta la produzione in bottiglia e notevole costanza produttiva. Siamo orgogliosi e soddisfatti di questo grande risultato, motivo in più per fare ancora meglio e con rinnovata passione”.

 Ma arriva anche un altro premio perchè la Ale celebrativa che “nelle nostre intenzioni iniziali doveva essere prodotta “una tantum”, dato il successo riscosso presso i nostri clienti e visto che nella “Guida alle Birre d’Italia 2011” di “Slow Food editore” ha ottenuto 4 stelle abbiamo deciso di continuarne la produzione”.

 A Il Bontà (CremonaFiere dal 7 al 10 novembre 2014) porteranno anche l’ Aosta Pale Ale, MontBlanche, Excalibeer, Loiren, la Corsara Nera e la Jured. Quest’ultima è la birra al Farro. Pur facendo parte della grande famiglia delle “birre ALE”, si differenzia da queste per l’uso di chicchi interi di farro macinati, aggiunti alla cotta di malto d’orzo.

 

Leave a reply