OSSERVATORIO ARCHI E TASTI DI CREMONAFIERE Notiziario n. 8 del 30/07/2015

Un direttore artistico per l’ascolto in streaming

La possibilità di ascoltare musica online presenta molti vantaggi, ma anche qualche problema: l’enorme volume di contenuti disponibili rischia di disorientare l’ascoltatore, che spesso avrebbe bisogno di una guida su cosa scegliere e su come distinguere proposte di qualità e adatte ai propri gusti. Per questo sta nascendo la figura del “direttore artistico” anche nelle piattaforme per l’ascolto della musica in streaming. Alessio Bertallot, ad esempio, è il direttore artistico di TIMmusic. Noto come deejay e conduttore radiofonico, Bertallot afferma: dopo la bulimia del “posso avere qualsiasi cosa” stiamo passando all’idea del “so che ho tutto a disposizione, in qualsiasi momento, ma adesso ho bisogno di qualcuno che mi indichi la strada, che selezioni i contenuti per me, che mi permetta di schiacciare play e ascoltare qualcosa che mi piace”.

L’articolo completo, pubblicato su La Stampa il 24 luglio scorso, è visibile qui
http://www.lastampa.it/2015/07/24/tecnologia/alessio-bertallot-come-cambia-la-radio-ai-tempi-dello-streaming-UmvFhPo3YLYxNUvjpKDMBI/pagina.html

Un’orchestra con strumenti di scarti riciclati

L’Orquesta de Instrumentos Reciclados de Cateura ha una caratteristica insolita: tutti gli orchestrali suonano strumenti ricavati da spazzatura o da oggetti trovati nelle discariche. Si tratta di un progetto molto serio, volto a migliorare, tramite la pratica musicale in orchestra, le condizioni disagiate dei bambini e ragazzi che vivono nell’area di Cateura de Asunción.
“Ci inviano spazzatura e noi restituiamo musica”, dice il fondatore e direttore dell’orchestra, Favio Chávez. È recentemente uscito il documentario “Landfillharmonic”, che racconta questa commovente storia. Il trailer è visibile qui:

www.recycledorchestracateura.com

Viola organista

Il pianista e costruttore polacco Sławomir Zubrzycki ha realizzato l’unico esemplare moderno di “viola organista”, uno strumento a tastiera ma con le corde azionate da archi. L’idea, sostiene l’inventore, risale a Leonardo Da Vinci, ed il costruttore tedesco Hans Haiden ne avrebbe costruito un esemplare già nel 1575. Zubrzycki ha costruito la sua “viola organista” basandosi sulle fonti storiche, anche se nessun modello è sopravvissuto e non esistono disegni tecnici dei precedenti progetti. Le potenzialità della viola organista sono molteplici, in quanto questo strumento consente di avere un suono polifonico e continuo come l’organo, arricchito anche dal vibrato tipico degli strumenti ad arco. Maggiori informazioni sul sito ufficiale del costruttore polacco:
http://www.zubrzycki.art.pl/
http://www.violaorganista.com/

Un violoncello in polistirolo

L’università di Ghent ha presentato un prototipo di violoncello con inserti in polistirolo, che migliorerebbero la risonanza e il volume di suono. L’idea è di uno studente dell’Università stessa, che ha rivestito il violoncello di uno strato di 1,5 cm di polistirolo. Maggiori dettagli nel seguente video (in inglese):

http://deredactie.be/cm/vrtnieuws.english/News/1.2362321

Leave a reply