OSSERVATORIO ARCHI E TASTI DI CREMONAFIERE Notiziario n. 22 del 22/12/2015

Un grande archivio di audiocassette ora disponibile online.

Svariate centinaia di audiocassette, prodotte dai primi anni ’80 fino alla fine degli anni ’90, sono state digitalizzate e sono ora disponibili online sul sito archive.org. La collezione è stata donata dal conduttore radiofonico Myke Dyer nell’agosto del 2009, ed è tuttora in corso di catalogazione. Essa comprende generi musicali vari (“tape experimentation, industrial, avant-garde, indie, rock, DIY, and auto-hypnotic materials”). Il catalogo è disponibile a questo link, e comprende anche le scansioni delle etichette delle audio cassette: Clicca QUI

 

La casa di Scriabin a Mosca

Il musicologo americano Stuart Isacoff, già ospite di Cremona Mondomusica nel 2014, ha pubblicato sul Wall Street Journal un suggestivo articolo dedicato alla casa dove il compositore Alexander Scriabin ha trascorso la parte finale della sua vita. Nell’appartamento vicino all’Arbat, nel cuore di Mosca, Scriabin ha composto le ultime tre sonate per pianoforte e il Prometeo. La casa è ora un museo che presenta molti interessanti cimeli, come il rudimentale sistema di lampade colorate con cui Scriabin lavorava agli abbinamenti sinestetici tra colori e suoni nelle sue musiche.
L’articolo di Isacoff, in inglese, è disponibile gratuitamente al seguente link: Clicca QUI

Un microfono rivoluzionario

Registrare professionalmente un concerto o una performance in studio richiede un lavoro complesso e tecnici del suono di particolare esperienza. Normalmente, infatti, sono necessari svariati microfoni che vengono incisi su tracce separate, poi editate e mixate per restituire al meglio la sonorità originale dell’esecuzione.

Tutto ciò potrebbe essere drasticamente semplificato, stando a quanto annunciato dall’azienda polacca Zylia, che ha presentato un nuovo prototipo di microfono chiamato AudioImmersion. Si presenta con la forma di una sfera forata, ed ha al suo interno numerosi microfoni per poter captare il suono in maniera naturale da tanti punti diversi dell’ambiente. AudioImmersion divide il suono registrato in numerose tracce, che possono poi essere riprodotte singolarmente, consentendo, ad esempio, di ascoltare solo uno strumento di un ensemble registrato insieme.
Maggiori dettagli sul sito ufficiale: Clicca QUI

Barenboim, Schiff e Isserlis festeggiano i 70 anni di Radu Lupu

Il pianista rumeno Radu Lupu è uno dei più ispirati e personali musicisti viventi. Le sue incisioni di Mozart, Schubert, Schumann e Brahms sono già entrate nella storia dell’interpretazione, e ogni suo concerto dal vivo è un evento unico, che crea una particolare atmosfera. Lupu non concede interviste e vive lontano da ogni esposizione mediatica. Nonostante ciò, è uno dei pochi pianisti il cui tocco è inconfondibile e immediatamente riconoscibile.

Per il 70mo compleanno di Radu Lupu, Il violoncellista inglese Steven Isserlis ha invitato alcuni colleghi, comuni amici con Lupu, a scrivere una loro testimonianza sul pianista e sulla sua unicità di artista. La rivista Gramophone ha così raccolto e pubblicato gli speciali ”auguri di compleanno” per Radu Lupu scritti da artisti come Daniel Barenboim, Emanuel Ax, András Schiff e Felicity Lott. I loro testi sono ora pubblicati online: Clicca QUI

Il futuro della notazione musicale? La scrittura a mano

 

Pensieri sulla musica – Quando il violoncello viene scambiato per un alieno (Roberto Prosseda)

Lo scorso 18 dicembre il quotidiano inglese Daily Mail ha pubblicato una notizia che è subito diventata virale: la signora Olesya Podkorytov ha scattato un selfie mentre si trovava a bordo di un aereo di linea. Nella foto, dietro di lei, appare una figura che, secondo coloro che l’hanno pubblicata, poteva riferirsi all’apparizione di un alieno o di un fantasma. La notizia ha fatto il giro del mondo ed è stata diffusa da numerosi giornali cartacei e online, avvalorando l’idea che si trattasse di una manifestazione paranormale. Anche molte altre testate importanti e considerate attendibili hanno supportato questa tesi: Mirror, Huffington Post, e, in Italia, Il Giornale, Libero, Leggo e Il Mattino, oltre a numerosi blog e siti di notizie.

In realtà, osservando la fotografia, qualsiasi musicista o persona di cultura può facilmente notare che non si tratta né di un extraterrestre, né di un fantasma: l’immagine incriminata è una normale custodia di un violoncello, posizionata, come normalmente avviene, su un sedile dell’aeromobile (il violoncello, infatti, paga il biglietto come un passeggero “umano”). La cosa che più stupisce, però, è che nessuno dei giornali che ha pubblicato la notizia ha saputo riconoscere la custodia del violoncello, e tanto meno le decine di migliaia di persone che hanno condiviso la foto nei social networks “gridando al miracolo”. E ciò dimostra, purtroppo, che per la maggior parte della gente (e dei giornalisti attuali) gli strumenti della musica classica sono come degli “alieni”: talmente estranei alla loro vita che rientrano nella definizione di UFO o, meglio, USO: oggetti sonanti non identificati.

Ciò rivela anche la deprecabile tendenza di alcuni giornali a non verificare minimamente l’attendibilità delle notizie che pubblicano, e a dare, invece, la priorità alla viralità dell’informazione: è per loro più importante che la notizia attiri l’attenzione e raccolga un cospicuo numero di click, piuttosto che sia autentica e presentata in modo professionale. E milioni di lettori abboccano alle notizie, fidandosi ciecamente delle loro fonti, e condividendole senza farsi troppe domande.

L’Italia è la patria della musica: le partiture musicali “parlano” italiano, l’opera è nata in Italia, come anche il pianoforte. E la migliore tradizione di liuteria è proprio quella italiana, e cremonese in particolare. Ci si augura, quindi, che in futuro anche i giornali e, in generale, i non addetti ai lavori, siano più consapevoli dell’importanza della musica classica e della tradizione della liuteria nell’ambito dell’identità culturale del nostro paese, e che non capiti più di scambiare un violoncello per un UFO.

Links relativi alla notizia:

DAILY MAIL

HUFFINGTON POST

MIRROR

IL MATTINO

IL GIORNALE

LIBERO